Blocchi di branca - MEDICINA GENERALE

Vai ai contenuti

Blocchi di branca

ECG IN MED. GENER.
Il QRS non deve superare i 0,10 secondi (non deve cioè essere più largo di due quadratini e mezzo. Qualora superi tali limiti è doveroso pensare ad un rallentamento della conduzione dell'impulso lungo i ventricoli (blocco di branca).
In caso di QRS largo, è necessario analizzare la sua morfologia in V1. Se in detta derivazione è presente un'onda R secondaria si ha un blocco di branca destro, se la R secondaria è assente e al suo posto troviamo un complesso QS, siamo di fronte ad un blocco di branca sinistro
Nell'esempio riportato sotto la larghezza del QRS supera i 3 quadratini (0,12 sec.). Vi è quindi un Blocco di Branca.

Torna ai contenuti